IL "DAMMUSO"

Dormire in dammuso

Chi vuole passare una vera vacanza Pantesca non può non dormire in un dammuso. Ma sapete cos'è veramente un dammuso?
Ve lo spieghiamo noi
Con il termine dammuso (mutato dal siciliano dammusu che vuol dire "volta" o "intradosso") si indicano due strutture architettoniche tipicamente siciliane: la casa storica dei Monti Iblei, costituita da una grotta naturale ampliata nei secoli, e la casa tradizionale dell'isola di Pantelleria.
Il tipico dammuso dell'isola di Pantelleria è di origini remote, sicuramente risalente all'insediamento nell'isola degli arabi e dell'evoluzione della popolazione pantesca. Gli esemplari più semplici sono costruzioni in pietra lavica locale, murata a secco con duplice paramento di pietre sbozzate a spacco e mura di notevole spessore.
La pianta è generalmente quadrangolare ed è sormontata da una copertura a cupola o più raramente a botte, imbiancata a calce.
Il dammuso nasce come elemento rurale, oggi divenuto abitazione principale delle famiglie pantesche, che tiene conto delle peculiarità di questa isola: il vento, il caldo, la scarsità di piogge e la ricchezza di materiale lavico. Tutti gli elementi che caratterizzano queste costruzioni hanno una funzione specifica. I tetti a cupola servono per convogliare l'acqua piovana nelle cisterne; gli spessi muri, fino a un metro e quaranta di spessore, garantiscono l'isolamento contro il caldo d'estate ed il freddo d'inverno, così come le piccole dimensioni di finestre e porte.

Caratteristici elementi di arredo architettonico del dammuso pantesco sono: − u passiature (terrazza antistante la facciata principale)
− la ducchena (seduta in muratura che delimita la terrazza)
− il cannizzo (copertura in canne utilizzata per riparare dal sole il terrazzo)
− la cisterna (vano sotterraneo adibito alla raccolta di acqua piovana)
− la nicchia (vano ricavato dallo spessore dei muri per diversi utilizzi)
− l'alcova (vano appartato intimo collegato all'ambiente centrale utilizzato per riposare)
− l'aia (elemento costruttivo circolare che veniva utilizzato per la trebbiatura del grano)
− u jardino (recinto murario circolare o quadrato realizzato per proteggere gli agrumi)
− il susseguirsi di porte, i tetti a cupola, i soffitti alti e morbidi, i muretti a secco, i terrazzamenti di verdi vigne, di bassi e larghi uliveti, di capperi, i bouganville, le piante grasse e le palme che arricchiscono i giardini di queste abitazioni, come se fossero delle cornici ...

Volete saperne di più? Chiedeteci informazioni, e magari quando siete qui organizziamo una escursione guidata.

(+39)3298532439 / 3470933238

Email: dammusi@dammusiapantelleria.it